• Io che scrivo il diario dell'emicrania
    "Caro" Diario

    Come ho gestito l’emicrania a settembre

    “Caro” Diario, pensavi mi fossi scordata di te eh? E invece no, eccomi qua! Ho semplicemente deciso di aggiornarti mensilmente partendo dall’emicrania di Settembre perché da brava cefalgica a volte sono così acciaccata che non ho modo di rispettare gli impegni settimanali. Nemmeno quelli importanti a cui tengo, come quello con te e i miei aggiornamenti sulle avventure tragicomiche di un’emicranica che non vuole farsi abbattere dalle avversità… me evidentemente ogni tanto se non proprio abbattere un po’ rallentare si fa. Sig Ad ogni modo veniamo a noi. Dove eravamo rimaste? Attacchi da ko..che un po’ mi vado a cercare ( l’emicrania dall’1 al 5 settembre ) Agosto si è…

  • Io che scrivo il diario dell'emicrania
    "Caro" Diario

    Bilancio di 10 giorni in moto: e l’emicrania?

    “Caro” Diario, scrivere le pagine del fine vacanze è sempre difficile. Si può dopo due giorni a casa voler già ripartire? Si, si può… e dire che non sono nemmeno ancora rientrata a lavoro! Oggi però è il momento di tirare le somme non tanto sulla settimana passata, affrontando come mio solito la sfida day by day tra me e la Bestia, ma sulla vacanza vissuta in moto in giro per l’Italia. Partiamo da un antefatto. Per me non è semplice dire “parto, prendo la moto e vado via” (come cantava Raf). Con le terapie in corso i miei attacchi sono più leggeri, di solito, ma certamente non pochi (circa…

  • Io che scrivo il diario dell'emicrania
    "Caro" Diario

    Al mare con l’emicrania

    “Caro” Diario, questa settimana sono stata in vacanza all’Isola d’Elba. Mare, relax e buon cibo…tante cose che adoro, e che purtroppo adora anche la Bestia. Il traghetto non è bastato per lasciarla sulla terraferma e mi ha seguita pure qui. Maledetta al cubo, perché ogni emicrania che funesta un giorno di vacanza vale triplo. Lunedì: anniversario Oggi son 14 anni che io e Simo stiamo insieme. Per festeggiare ormai sono diversi anni che ci regaliamo una vacanza di mare e relax a settembre. Questa volta, complice questo periodo assurdo, siamo rimasti relativamente vicino, all’Isola d’Elba (che entrambi abbiamo frequentato da bambini ma di cui entrambi ricordiamo poco). Oggi è il…

  • Io che scrivo il diario dell'emicrania
    "Caro" Diario

    L’emicrania non va in vacanza: come ho applicato i miei 5 trucchi (più uno) in Abruzzo

    “Caro” Diario, questa volta ho tanto da raccontarti perché sono stata in ferie a zonzo per l’Abruzzo con gli amici (Leo e Arianna). Andare in vacanza con un’emicranica cronica al seguito non è cosa semplice. Non si può dare per contato che starà sempre al passo o starà sempre bene, per questo avere amici che comprendono il problema è la chiave per il successo della vacanza. La cosa è stata chiara dai primi minuti, quando fuori facevano 32 gradi e ho subito esordito con “Leo abbassi l’aria condizionata che se mi arriva il freddo in testa muoio?”. Ecco, avere un amico che a questo punto non sbuffa ma con un…

  • Manuale di sopravvivenza

    In viaggio con l’emicrania: 5 trucchi (più uno) per affrontarlo al meglio

    Quando ci si prepara per un viaggio la preoccupazione comune è: avrò preso tutto? Se sei emicranico questa semplice frase si traduce in “avrò preso tutti i farmaci di questo mondo???”. Si, perché viaggiare con l’emicrania non è esattamente una cosa semplice che si può orchestrare in quattro e quattr’otto! Occorre essere previdenti, organizzati, metodici e pronti a gestire l’emergenza…e a volte nemmeno questo ci salverà. In queste ultime vacanze ho capito cosa è veramente fondamentale portare in viaggio con me. E non parlo solo di accessori e farmaci. Perché possiamo anche portarci dietro una clinica della cefalea intera, ma se poi siamo circondati da chi non ci capisce…chi ci…

  • deserto marocco
    Viaggi e Avventure

    Cronaca di un viaggio in Marocco – parte 1

    Una delle mie grandi passioni è viaggiare ma si sa che non è semplice organizzare un itinerario complesso quando non si è certi di come si starà da qui ai prossimi 10 minuti. Per questo, quando la scorsa primavera abbiamo iniziato a parlare di un viaggio in Marocco le preoccupazioni erano tante. Riuscirà la nostra eroina a reggere oltre una settimana di spostamenti, pulman, sonno scarso, tanti km, chissà che cibo e chissà che clima? Indubbiamente una bella sfida. Inoltre, riuscirà a mettere tutti i suoi farmaci dentro una valigia molto piccola e adatta a questo tipo di viaggio?  Come è facile intuire le incognite erano tantissime. Diverse volte pensando…