Natale senza emicrania: una settimana da ricordare

Io che scrivo il diario dell'emicrania

“Caro” Diario, questa è la settimana di Natale e anche l’ultimo diario di quest’anno! Pensa mo quanti racconti ti ho fatto da quando sei nato ad oggi. Questa settimana però è speciale ancora più del solito. Lo spirito natalizio mi ha portato ad una vittoria totale sulla Bestia.

Lunedì: confezionare cesti natalizi

In questi giorni a stancarmi non è il lavoro, ma il post lavoro! Oggi abbiamo finito di preparare i cesti regalo per i nostri genitori e gli zii di Simo. Il risultato è stato estremamente gratificante ma ci è voluto un bel po’ di lavoro e molta pazienza. Si, perché quando si fanno i pacchi con un ingegnere la precisione è d’obbligo… e io sono indubbiamente meno accorta di Simo nel fare le cose. Ma ciò che conta è il risultato no?

Martedì: fidboxe natalizio

Oggi ho rischiato più volte che la Bestia saltasse fuori. Sentivo la testa ronzare ma a suon di acqua a litri, magnesio e il magico potere delle monoclonali è tornata a cuccia! Anche se la sensazione di essere in bilico su un emicrania per ore non è piacevole, sono soddisfattissima che non si sia scatenata! Finché va così va di lusso! E poi non volevo intoppi per la mitica lezione di fitboxe natalizio! Una tradizione che non può mancare. E tu Diario tu diario ti chiederai, che è il fitboxe natalizio? E’ una lezione fatta col cappello da elfo in testa e al ritmo di canzoni di natale riviste in chiave “workout”.. Trash..come dev’essere! Un vero spettacolo!

Mercoledì: pranzetti e babbi natale

Prima che scattino le zone rosse e i divieti sono andata a Modena dalla mia amica Martina per il pranzetto prenatale e lo scambio dei regali. Quando ho infilato l’autostrada ho sentito un brivido d’eccitazione tanto era che non andavo in giro! E al segnale della deviazione per il Brennero ho dovuto trattenermi dallo svoltare. Mi manca immensamente la libertà di poter decidere di fare ciò che voglio quando voglio. E in questi giorni io voglio sempre andare a sciare! La nota malinconica autostradale è stata spazzata via dalle chiacchiere con la mia amica, da un ottima parmigiana e, soprattutto, dal suo regalo di Natale!!! Volevo la lampada a Babbo Natale da quando ero stata all’Ikea, ma Simo diceva di no… peccato, ora che me l’han regalata non si può non metterla in casa!

Giovedì: La Natalino Pacchetti spa

La vigilia di Natale è il mio giorno preferito in assoluto in tutto l’anno! Come sempre l’ho passato a guardare film di Natale mentre preparavo mille milioni di pacchetti regalo e Simo pensava al dolce della vigilia. Ho fatto pacchetti regalo per praticamente 4 ore filate mettendo fiocchetti e nastrini ovunque.. alla fine avevo persino il tavolo pieno di glitter delle varie carte. Natalizioso! Alle 18 ci siamo recati dai miei genitori. Quest’anno niente cena canonica ma un favoloso aperitivo di pesce fatto da mia madre. Nel soggiorno del primo piano, davanti al camino, con tante candele e luci natalizie..Anche se eravamo distanti e mascherinati è stato bello come ogni anno e sono andata a casa con il cuore gonfio di gioia e spirito natalizio. Si vede che lo spirito natalizio si era impossessato anche della Bestia perché nonostante il paio di bicchieri di vino non si è fatta vedere. Anche qui il trucco dei litri di acqua per compensare ha aiutato però!

Venerdì: Babbo Natale non delude mai

La mattina di Natale sono corsa dai miei genitori dove ci aspettava la tradizionale apertura dei regali con tanto di show durante la consegna. Il momento top, modestamente, è stato quando all’apertura delle danze ho consegnato i gadget natalizi per ognuno! Le mie nonne con il cappello da renna con le corna che si muovono sono una delle cose più belle e divertenti che si possano vedere! La nonna Ione, 96 anni, ha ancora l’entusiasmo di una bambina! Anche quest’anno Babbo Natale non ha deluso. Ho ricevuto regali spettacolari da tutti e ho saltellato per casa felice. E tutto senza un minimo di emicrania. Un vero miracolo di Natale!

Sabato: rotolando

Il 26 dicembre vuol dire solo due cose: avanzi e rotolare sul divano ricolmi di cibo fino alle orecchie. E’ un vero miracolo che con tutto quello che ho mangiato io non sia arrivata con un’emicrania devastante a sera. Non mi sono negata nemmeno il bis di mascarpone e con tocchetti di lindor che fa la mamma di Simone! A certe prelibatezze non so resistere. Dopo pranzo però ero così satolla che ho persino fatto un pisolino di 45 minuti! Almeno in questo però non ho sgarrato, perché anche se il letto reclamava la mia presenza ho puntato la sveglia al limite consentito per evitare un attacco. Per festeggiare la mia diligenza mi sono premiata con l’acquisto di Disney plus e la visione di Soul.. strano ma vero non ho pianto a dirotto davanti ad un film Pixar! Doppio miracolo di Natale!

Domenica: collaborazioni e progetti

Basta oziare…o quasi! Anche se è domenica il mio programma prevede da qui fino al ritorno a lavoro il 4 gennaio mattine di lavoro intenso seguite a pomeriggi di pisolino e tv. Mentre Simone si è dato da fare per preparare una mega grigliata con tutti i suoi attrezzi nuovi portati da Babbo Natale io ho stretto nuove collaborazioni per ATuttaTesta. Sono felicissima di quello che potrà venire fuori e anche degli apprezzamenti fatti al mio lavoro… due coccole all’ego sono un toccasana quando devi organizzare un anno intenso di lavoro. E forse hanno contribuito anche a chiudere la settimana senza attacchi.

Questo 2020 è stato difficile e sfidante. Trovare un equilibrio a volte è stato al limite dell’impossibile. Ma come in una favola di Natale il meglio è venuto proprio nel periodo più magico dell’anno. Per la prima volta posso chiudere il mio racconto settimanale con un Emicrania 0 Giulia 7. E spero davvero che sia la prima di tante settimane di vittoria schiacciante sulla Bestia. Per quanto a volte mi sia sembrato impossibile ottenere il Ben Di Testa non è una chimera irraggiungibile.

 

Se ti piacciono i miei diari e i miei articoli iscriviti alla newsletter di ATuttaTesta. Rimarrai sempre aggiornato e saprai tutte le novità della lotta alla Bestia in anteprima. Insieme so che raggiungere il Ben di Testa sarà più facile!