Amici e buonumore: tattiche per tenere lontana la Bestia

Io che scrivo il diario dell'emicrania

“Caro” Diario, questa settimana prenatalizia è stata davvero intensa. Credevo di essermi ricavata attimi di relax per non arrivare stesa alle feste, ma temo che tutti i miei sforzi saranno vanificati. Una cosa però va sottolineata con gusto, ho finalmente visto alcuni amici e dopo tanta, troppa reclusione, il mio spirito ha davvero tirato il fiato!

Lunedì: sbagliare il giorno di ferie

Dovendo finire i giorni di ferie entro l’anno quest’oggi ero a casa. In tempi normali ne avrei approfittato per un giro di shopping pre-natale ma onestamente la voglia di uscire per le strade è ai minimi termini. Così ho pensato che al mattino avrei potuto rilassarmi un po’. Pia illusione. Alle ore 7.45 i muratori hanno iniziato a martellare il battiscopa esterno alla casa ( lavoro programmato mesi fa e mai eseguito). Non che avessi intenzione di dormire fino a tardi eh, ma nemmeno di essere scalzata dal letto così presto. Soprattutto per poi avere la compagnia di trapano e martello tutta la giornata, che si sa che per un’emicranica è l’ideale. Non so per quale miracolo la Bestia non si è presentata… almeno questo dai!

Martedì: non c’è limite al trash natalizio

Sta mattina nel calendario dell’avvento c’era una seconda federa a tema natalizio. Simone sostiene che ci sia un limite al trash e che prima o poi mi prenderà qlc che arriva a tale limite. La realtà, “caro” diario, è che per me non esiste limite al natale! Nemmeno quello del trash 😀

Il tutto poi aiuta a stare di buonumore, anche quando devi affrontare il resto della giornata con l’emicrania.. La Bestia purtroppo ha colpito ma per fortuna è stata leggera.

Mercoledì: pacchi dono

Questo periodo a lavoro è decisamente super stressante. Indubbiamente però è il periodo in cui raccolgo maggiori soddisfazioni perché molti clienti mi dimostrano affetto e gratitudine. Che tradotto sono dolci, cioccolatini, bottiglie di vino e molto altro… Alla fine mi commuovo sempre perché fa sentire tutti più vicini. E in un anno come questo forse vale anche doppio. Per la cronaca, Diario, gran parte di tutto questo viene spedito a casa dei miei, perchè se mi ci abbuffo io è un casino… E mio babbo ringrazia leccandosi i baffi!

Giovedì: soldi nascosti

Oggi una mia cliente è piombata nel mio ufficio chiedendo di potersi nascondere un attimo per poter mettere i soldi prelevati poco prima nelle mutande. Credo che questo sia il punto apice dell’anno. Se ci penso muoio ancora dalle risate. E si sa che ridere allunga la vita e tiene lontana la Bestia. Un po’ come il pensiero degli appuntamenti con gli amici che ho nei prossimi giorni. Alimentiamo il buonumore!

Venerdì: ultime fatiche

Per uscire a prendere il caffè oggi sono dovuta ricorrere al mimetismo. Berretta, occhiali appannati che mi nascondono lo sguardo, mascherina e sciarpone. Uscire dall’ufficio senza essere intercettata richiedeva un’abilità ninja fuori dal comune. Ma negli anni ho acquisito anche questa dote e, nonostante la folla, sono riuscita a guadagnarmi 10 minuti di pausa in santa pace. Di questi giorni i tempi di relax sono davvero pochi e ottenerli è davvero un grande successo! Per fortuna la prossima settimana lavoro solo due giorni e mezzo e poi adieu! Ci si vede a gennaio!!!

Sabato: aperimerenda

Questo pomeriggio sono venuti a trovarci due amici per quella che ho chiamato un’aperimerenda. Purtroppo ormai le cene sono impossibili da fare e l’unico modo per vedere qualcuno (pur con le limitazioni del caso) è il pranzo o la “merenda”. Ho passato la mattinata a preparare la crescenta, l’hummus e tutto il necessario per stuzzicare e purtroppo poco dopo pranzo mi sono accorta della tempia sinistra che iniziava a pulsare. Quando arrivo lunga coi pasti o sono troppo di corsa mi capita e, nonostante il potere delle monoclonali, ho dovuto fare un’oretta di sosta sul divano per riprendermi prima dell’arrivo degli amici. Per fortuna ultimamente le emicrania sono più leggere e in poco se ne vanno…se no sarebbe stato tanto lavoro per nulla! E soprattutto mi sarei persa l’emozionate sfida a Bolognando! Certo, stavo perdendo brutalmente, ma non si saprà mai come finisce realmente perché alle 9.30 tutti a casa e partita finita…eeeeeh…ogni tanto anche il coprifuoco torna utile!

Domenica: polenta e amici

Prima della reclusione totale abbiamo potuto fare anche un pranzo con due coppie di amici. Visto che nessuno può andare in montagna e la cosa ci manca parecchio si è optato per una polentata! Farina rigorosamente presa in un forno che la macina a pietra e condimenti di prima qualità! Io e Simo ci trattiamo sempre bene a cibo, ma mangiarlo in compagnia è davvero la cosa più bella di tutte! Così bella che quasi non riuscivo ad aggiornarti Diario mio, perché dalle 12 alle 18 siamo stati imbevuti di chiacchiere e risate… ci voleva proprio!!!

 

Insomma Diario, questa settimana si chiude Emicrania 2 Giulia 5. Buono, anche se potrei fare meglio. Però siamo già al 20 del mese e ho avuto solo 5 attacchi.. sono ancora decisamente sottomedia e posso dirmi soddisfatta. Inoltre devo contare che qualche sgarro l’ho fatto e lo stress non ha aiutato. Devo indubbiamente cercare di controllarmi di più, perché le monoclonali funzionano, ma non fanno certo miracoli!

 

Se ti piacciono i miei diari e i miei articoli iscriviti alla newsletter di ATuttaTesta. Rimarrai sempre aggiornato e saprai tutte le novità della lotta alla Bestia in anteprima. Insieme so che raggiungere il Ben di Testa sarà più facile!